Pubblicato il

Ovvietà.

“Perché io sono figo, mi faccio le foto in discoteca col tavolo, lo spumante, le belle ragazze intorno che ridono alle mie cazzate. Ho il cash per divertirmi! (Grazie papi) Tutti vogliono sempre uscire con me perché mi sento un divo della tv!”

“Si ma siamo troppo pazze!!! Ahahah viva la vita, l’alcol, i ragazzi fighi! Siamo bellissime e come noi nessuno! Pero’ tutti i ragazzi dicono che sono una troia e sono degli stronzi con me…ma fa niente, io sono al centro dell’attenzione e sogno di andare in tv!”

“Io ho la macchina strafiga, vado in giro carico ragazze sempre diverse che dicono che sono simpaticissimo e sono uno che della vita ne sa! Se succedesse qualcosa alla mia macchina non so cosa farei…”

“Io ho la megavilla, il televisore senza spessore, mia moglie mi ama, dei figli che l’importante è che siano felici con tutti i soldi che gli do, i miei vicini mi invidiano e secondo me la mia segretaria ci prova…”

 

Potrei andare avanti con gli esempi e non venitemi a dire che non conoscete nessuno che rientri in una di queste categorie. Perché ormai è tutto un “farsi vedere, farsi notare”, come dice un mio caro amico, ed ha ragione. Ormai la società dei consumi è diventata una sorta di società dell’apparire e basta e i giovani d’oggi (miei coetanei e dintorni, ho 24 anni) sembrano quasi dei gusci vuoti con un sorriso ebete stampato in faccia a cui importa solo di essere alla moda, fare festa, avere relazioni e poi non saprei che altro. Non sto facendo di tutta l’erba un fascio, certo ho chiarissimi esempi invece di giovani e non che hanno un loro cervello. Però è deludente vedere quanto siano superficiali certe persone. E non credo minimamente al detto “non puoi cercare la profondità in una pozzanghera”, ma piuttosto credo che ci siano persone che vivono da pozzanghere non andando in fondo a loro stessi. Basta solo fermarsi a pensare un attimo, senza i bei link di frasi fatte più o meno attendibili che circolano per facebook, senza quelle canzoni che vomitano banalità. Ecco è proprio dalla musica di massa che si capisce quanto siamo entrati nell’era della superficialità. Quanta gente poi s’indebita per avere l’oggetto da sfoggiare e ora non riesce ad arrivare a fine mese? Poi evade le tasse, e se lo beccano sono solo degli stronzi. Ladro. Meriti di finire per strada in mutande. Si ok, mi sto infervorando un attimo, ma cosa ci posso fare se è l’epoca dell’incoerenza o della stupidità? Lo vedo solo io che tutto questo lampeggiare di comportamenti che ci propinano (vorrei sapere la fantomatica entità che ce li propina chi possa essere…oh, ma sono le stesse masse che fanno finta di lamentarsi!) è profondamente corrotto? Nemmeno il peccato, nemmeno i vizi, nemmeno la depravazione riescono ad essere così superficiali come, come, come cavolo in natura non c’è niente di comparabile! “Eh si, bisogna fare qualcosa, basta con sti programmi in televisione, ecc..” ma no, non voglio fare il moralista. Anzi preferisco vedere un bel corpo in televisione piuttosto che una noia mortale di un programma fatto dai partiti politici bravi solo a friggere l’aria (ogni riferimento a fatti, cose o persone è puramente casuale). Io semplicemente tendo ad escluderli dal mio campo visivo, chissà magari un giorno spariranno veramente. Come in un post precedente, la speranza c’è.

Ok, basta, ora mi calmo. Scusate lo sfogo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...