Pubblicato il

L’illusione di essere liberi

Non capisco veramente come sia così facile farsi prendere per il culo dall’attuale classe politica italiana (parlo solo dell’attuale perché ho speranze nel futuro). Senza star lì a dire che son dei ladri, che sono corrotti, che fanno i loro comodi perché sarebbe un po’ come sparare sulla croce rossa e soprattutto perché sono semplicemente persone come noi. E sottolineo il concetto che sono esseri umani, che chiunque al loro posto di quelli che si lamentano costantemente dei politici si comporterebbe quasi allo stesso modo. Infatti io non mi sto lamentando della classe politica perché è solamente uno specchio della società attuale. Vogliamo cambiarla? Bene, guardiamoci allo specchio e iniziamo a cambiare noi e ad insegnare giusti valori ai nostri figli. Cambiamo la nostra mentalità.

Fatta questa premessa entro nel discorso. Come dicevo, la mia non è una critica alla classe politica, ma alle persone, alla gente comune che si fa manovrare e si lamenta. Un esempio su tutti, quello che mi sta facendo incazzare altamente in questi giorni: sento i politici premere per una riforma delle legge elettorale ed è evidente che lo fanno solo perché pensano già alle prossime elezioni. Ma alla gente cosa cavolo gliene dovrebbe fregare della legge elettorale? La spacciano come un modo per migliorare la democrazia, ma vai a chiedere alla gente comune cos’è per loro la democrazia. A loro interessa arrivare a fine mese, ma comunque di fronte a queste cose, non alzano un dito. Però si infervorano e scendono in piazza se il nostro premier Monti sta cercando di salvare l’Italia (ok , sarà il metodo più vampiresco, ma non è un idiota e se siamo arrivati a fare queste cose un paio di domande dovremmo farcele). Ma scendete in piazza per manifestare contro i partiti politici che dovrebbero autosostenersi, manifestate contro le classi sociali chiuse che non rinunciano a niente per il loro proprio interesse (dalle corporazioni di lavori meno intellettuali fino a quelli più redditizi), manifestate per quello che vi dicono che non va bene. Però no dai, voi scendete solo in piazza quando fa comodo a loro, perché si vi stanno manovrando e voi credete di essere liberi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...